sabato, gennaio 20, 2007

L'ora della tristezza.

C'è una new entry nella mia personalissima scala della tristezza.
E' arrivata ieri sera intorno alle 21, e si piazza davanti a: Camminare da solo sotto la pioggia, andando verso il molo, la notte in cui la ragazza ti ha mollato, ascoltando a volume 40 “Hallelujah” di Jeff Buckley.
Lì saresti tremendamente triste, ma almeno ascolteresti una delle canzoni più belle del mondo.
Ieri sera alle 21 invece, c’era la tristezza allo stato puro, senza via di scampo.
Tristezza, uggia, sconforto, irritazione, sono alcuni dei modi con cui può essere definita la campagna pubblicitaria della Chronotech con in prestito il Dottor House.
C’è un pezzettino prima del prologo, e un lungo spot tra la sigla e l’inizio della puntata.
Voce di House, scorci di un attore con il bastone, e realtà spottosa tra le più tristi e imbarazzanti mai viste. La cosa ancora più triste, è il tentativo di un copy di tentare di emulare il linguaggio di House, coniugandolo al sistema di comunicazione pubblicitario. Come direbbe un filosofo: Minchia.
Ho cercato informazioni a riguardo, ma non ho ancora trovato nulla, mi piacerebbe conoscere i nomi dei creeaatiiiviii che hanno coagulato quella bellezza, almeno il nome dell’agenzia, ma non ho trovato niente.
Si sa, spesso in tivvù vanno in onda 30secondi di crimini contro l’umanità, e per scoprire i nomi dei responsabili deve intervenire il Tribunale Internazionale dell’Aja.

9 commenti:

valentina ha detto...

effettivamente in quei secondi di pubblicità travestita mi si è confuso il cervello,poi ho capito -e ci son rimasta di cacca pure io.

però più avanti,house che entra in scivolata mi ha ripagata del tutto...!!

La ele ha detto...

Coincidenze buffe.
La penultima cosa che ho scritto sul blog qualche giorno fa...
http://www.bloggers.it/ele/

La ele

Anonimo ha detto...

Simpatici. Hanno anche scritto messaggio promozionale in alto a destra con caratteri minuscoli...simpatici.

ghirby ha detto...

erano anni che non cadevo in una tristezza del genere!

il matta ha detto...

Purtroppamente hai ragione. un tocco di squallido "imitazionismo" (come lo chiamavano noi in agenzia) per sopperire alla mancanza di idee. Anche se certe volte, purtroppo, questi input squallidi vengono dai clienti. E se lui ti boccia tutte le idee, tu alla fine devi capitolare (perchè il tempo stringe, perchè poi non ti paga, etc). Solo che poi ometti il nome dell'agenzia per non coprirti di vergogna. Questi si saranno dati alla macchia!

il matta ha detto...

Purtroppamente hai ragione. un tocco di squallido "imitazionismo" (come lo chiamavano noi in agenzia) per sopperire alla mancanza di idee. Anche se certe volte, purtroppo, questi input squallidi vengono dai clienti. E se lui ti boccia tutte le idee, tu alla fine devi capitolare (perchè il tempo stringe, perchè poi non ti paga, etc). Solo che poi ometti il nome dell'agenzia per non coprirti di vergogna. Questi si saranno dati alla macchia!

Anonimo ha detto...

Temo che si tratti del nuovo tipo di spot denominato "Primissima posizione" (cioe' ancor prima dei pirla che dicono ITALIA UUUUNO!). Spero non siano tutti cosi' altrimenti non si capisce una mazza!

L'Orso Ciccione ha detto...

Sto ancora ridendo perché mi aspettavo chissà che...
in effetti è abbastanza deprimente, senza contare che la prima volta che la vedi e stai facendoti i cazzi tuoi come spesso capita durante la pausa pubblicitaria ti spiazza un attimo... pubblicità ingannevole insomma, perché di fatto ti blocca il ditino che già sta zappando su un altro canale. L'avranno pensata per questo?

L'Orso Ciccione ha detto...

Oh... se vuoi puoi sempre vedere qualche pubblicità più geniale qui:
http://www.ad-dict.com/