giovedì, novembre 02, 2006

Conferme

Ieri mi sono rivisto Viale del Tramonto, essenziale film di Wilder che andrebbe studiato a scuola come I Promessi Sposi.
Cercavo una relazione tra la mia età e le mie visioni cinematografiche, Sunset Blvd mi è sempre piaciuto da matti, e volevo capire se anche a trentacinque anni quel bel rapporto c’era ancora.
Ebbene, confermo…
Gloria Swanson che cammina lenta e stralunata verso l’obiettivo nella sequenza finale, mi inquieta ancora tantissimo, come la prima volta che l’ho vista.

2 commenti:

Perdido ha detto...

Infatti si tratta di un capolavoro, e in quanto tale non conosce "tramonto". Congegnato come un Noir, "Sunset Boulevard", in passato, è stato accostato da qualche critico al genere horror. Un orrore che scaturisce non tanto dal normale declino, ma dall'incapacità di accettarlo che conduce alla follia. Wilder ha scelto per il suo film un'atmosfera da ghost story che mette i brividi e ha definitivamente consacrato la Gloria Swanson post muto tra le icone immortali del cinema. Caso raro di attrice che interpreta praticamente se stessa senza falsi pudori. Sì, piace molto anche a me. Come se ci fosse bisogno di dirlo.

Anonimo ha detto...

è fantastico, anche il mio film preferito.
penso di averlo visto 24 o 25 volte ormai