giovedì, novembre 09, 2006

Camera con vista.

Nei giorni di Lucca, alloggiato dalla BD nello splendido albergo Villa Rinascimento, ho condiviso la stanza, un’ampia camera nel sottotetto simile a una mansarda bohemien al sapore di farro, con tre boyscout, in ordine sparso: Leonardo Rizzi, Andrea Mutti e Giuseppe Ferrario.
Leonardo, detto anche: “L’uomo che traduce Alan Moore” ,avvisa subito che russa tantissimo, ma mica è vero, ha un libro in lingua sul comodino e veste una spettacolare felpa con cappuccio di Frank Miller’s 300.
Ci eravamo già conosciuti un po’ di anni fa a Napoli, è un tipo molto gentile e dallo sguardo pieno di curiosità, è uno di quelli con cui ci chiacchiererei venti ore consecutive senza accorgermene, in una delle nostre chiacchiere concordiamo che in: C’eravamo Tanto Amati di Scola c’è… Tutto.
Andrea, non imparentato con i Mutti della passata di pomodoro (ho chiesto) è universalmente noto come l’uomo macchina, è in grado di fare dediche e disegni per cinque o sei giorni consecutivi, è anche appassionato di ufologia e cospirazioni, io, lui e Ferrario passiamo buona parte del dopo cena di sabato sera a parlare di complotti e alieni che cascano a Roswell.
Andrea dopo un bel po’ dice: Okay, ne sai troppo, lavoro per la Cia! E mi ammazza con la calibro 9 silenziata che tiene sotto la giacca.
Domenica mattina, dopo essere andati a letto tipo alle due, Giuseppe apre gli occhietti alle otto e mezza e annuncia a tutti la sua intenzione di andare a correre.
Si vabbè… diciamo noi.
E invece, l’eroe moderno si mette pantaloncini e maglietta sbracciata e va ad affrontare la bruma.
Avrei voluto una videocamera per riprenderci appena svegli, sembravamo quattro gentleman inglesi.
Vai prima tu in bagno?
Si
No
Scoccia se faccio la doccia?
Hai il dentifricio per favore?
Dormito Bene?
Fame! Si và?
Se è possibile vorrei prenotarmi nello stesso gruppo per la prossima fiera.

1 commento:

Anonimo ha detto...

Sei il primo (e speriamo non l'ultimo!)a recensire "Doc McKunt" e ciò non può che farci piacere! Grazie.
Mattia