sabato, ottobre 07, 2006

Le serate di Maschio Dominante.

Maschio Dominante è il nome che io e Fede abbiamo dato al nostro nuovo vicino, quello del piano di sopra, non sappiamo chi sia, non l’abbiamo mai visto, ma abbiamo avuto modo di sentirlo.
Ogni sera, verso le otto, Maschio Dominante, detto anche Silverback o Maschio Alfa, inizia il suo show serale, lo spettacolo dura poco, dai cinque ai quindici minuti al massimo, durante i quali lui sbraita contro la moglie.
Lei non si sente, ma dovrebbe esserci.
Non riusciamo mai ad afferrare il nocciolo della questione, non sappiamo perché Maschio Dominante si incazzi ogni sera alle otto, dalla voce sembra giovane, e l’unica cosa che si sente nettamente attraverso il piano che ci separa, è la costruzione armonica delle sue frasi.
Io non afferro il senso completo di ciò che dice, non distinguo tutte le parole, nel nostro salotto arriva solamente il suono generale di quello che sbraita.
Allunga le vocali centrali delle sue frasi, non quelle alla fine, quelle in mezzo, tipo un cabarettista che imita la parlata di un truzzo su un Booster.
Favoloso, abito sotto una macchietta, io e Fede siamo i vicini di casa di una parodia.
Ora, la mia domanda è:
Quanti articoli di Donna Moderna, quante puntate di contenitori pomeridiani, quante lettere a Camila, Susanna Agnelli, Isabella Bossi Fedrigotti, quante ore di confidenze con le amiche, colleghe, eccetera, serviranno a Moglie di Maschio Dominante per convincersi a fare le valige e a mollare il pirla in una casa vuota?

Nessun commento: