venerdì, agosto 04, 2006

per Mario Faggella

La notizia della tua partenza mi ha colto all’improvviso, una mail agghiacciante in un newsgroup, un messaggio in un forum con una nota di Boselli carica di dolore.
Ti conoscevo poco, ci siamo parlati forse un paio di volte, e le notizie sul tuo stato di salute me le dava Mauro, in redazione, tra un soggetto e una sceneggiatura, con molto affetto e amicizia si parlava di te.
Ti conoscevo poco, ma questo non alleggerisce per niente il mio stato d'animo.
Buon viaggio, Mario.

2 commenti:

una collega e amica ha detto...

Non riesco a credere che Mario sia morto. E poi un creativo non muore mai veramente. Con lui ho condiviso gioie e dolori redazionali, e non solo, e scambiato molte e piacevolissime chiacchiere.
Con enorme affetto, Amelia de Angelis

Anonimo ha detto...

Fiumi di note flessuose e danzanti senza mai una minuscola sbavatura con il tuo magico pinquillo.
Prima o poi da qualche parte, ci faremo ancora una chiacchierata o scriveremo una villanella, se lo vorrai. Ti voglio bene.
Garibaldi