giovedì, giugno 22, 2006

Cospiration test n°1

Ormai lo sanno anche i bambini:
Il vero Paul McCartney è morto ed un sosia lo ha sostituito.
Il 12 Ottobre 1969 Russ Gibb, il disk jockey della radio NKNR di Detroit, riceve una telefonata da un certo Tom che dice di essere sicuro che Paul McCartney e' rimasto ucciso in un incidente stradale nel 1966 e che la canzoni e copertine di dischi sono piene di messaggi nascosti che confermerebbero questa tesi.
Pare che nel novembre del 1966 dopo aver litigato con gli altri, McCartney sia uscito dagli studi di Abbey Road e abbia avuto un incidente a bordo della sua Aston Martin.
La EMI, in accordo con il produttore Brian Epstein, lo sostituì i con un certo William Campbell alias Billy Shears, che aveva già vinto un concorso per sosia dei Beatles indetto tempo prima dalla EMI stessa.
Dopo una plastica facciale gli fecero studiare le movenze e gli atteggiamenti di McCartney, il sosia era un bassista migliore dell’originale e questa cosa portò addirittura un vantaggio per lo stile della band.
Si dice che l’unico del gruppo a sapere del complotto fosse John Lennon, e che fosse lui a volere inserire quegli indizi nelle canzoni e negli album, per una sorta di rispetto occulto verso i fans.
Comunque già negli anni ’60 circolavano spillette con scritto: “Paul Lives” (Paul Vive)
Nel disco Yesterday and Today del 1966 la foto di copertina mostra McCartney seduto in un grosso baule con vicino gli altri Beatles, girando l’album di 90 gradi verso sinistra Paul sembra proprio seduto dentro una bara.
In Revolver del 1966 è l’unico dei quattro a guardare in una direzione diversa.
Sulla copertina di Sgt. Pepper Lonely Hearts Club Band del 1967, appoggiando uno specchio sul cerchio che racchiude il titolo si legge di riflesso: He Die (Lui è morto) proprio in corrispondenza di McCartney. Sempre sulla medesima copertina il nostro indossa una blusa con una toppa sul braccio sinistro, su cui si legge: O.P.D., abbreviazione che in gergo militare vuol dire: Officialy Pronounced Dead (Dichiarato Ufficialmente Morto), in oltre è visibile una corona mortuaria a forma di basso, lo strumento suonato da McCartney.
Ma la “prova” più “evidente” è nella copertina del disco Abbey Road del 1969.
Nella foto vediamo i 4 di Liverpool attraversare la strada da sinistra a destra, camminando sulle strisce pedonali, tutti hanno le scarpe tranne Paul, questa cosa dovrebbe simboleggiare la sua dipartita. Alla testa del “corteo funebre” vediamo Lennon, interamente vestito di bianco, secondo alcuni interpreta il ruolo del sacerdote, alle sue spalle c’è Ringo Starr, vestito da impresario delle pompe funebri, segue Paul McCartney scalzo e ad occhi chiusi, come ultimo della fila troviamo George Harrison che dovrebbe essere il becchino.
In oltre, se con una lente di ingrandimento si osserva la targa del Maggiolone Volkswagen parcheggiato sul lato sinistro, si legge: 28 IF, ovvero “28 Se”, in pratica: avrebbe 28 anni se fosse ancora vivo.
Il disco è del 1969, se McCartney fosse nato nel 1941 i numeri confermerebbero, ma McCartney è nato nel 1942, secondo i cospiratologi più radicali la data di nascita ufficiale è falsa.
Ascoltando al contrario Revolution N° 9, la strofa in cui si ripete “Number Nine, Number Nine” suona come: “Turn me on Dead Man” (Eccitami uomo morto), ascoltando normalmente Strawberry Fields si può sentire Lennon cantare “I Buried Paul” (Seppellisco Paul).
Riferimenti alla morte di McCartney si trovano anche nel film Magical Mystery Tour e negli album della sua carriera solista.

Torniamo alla copertina di Sgt.Pepper:
Secondo le leggende, grazie allo specchio, si dovrebbe leggere "IONEIX HE<>DIE", ovvero “uno di loro è morto”, e il <> punterebbe direttamente verso il povero Paul.

Vestiti i panni degli scienziati, con tanto di camice, cover e specchietto, l’altra sera, io, Federica e un nostro amico, abbiamo fatto il primo dei Cospiration Test.
Messo lo specchietto nel punto incriminato, il risultato è stato questo:

















Sì.
Si legge.
Effettivamente, il rombo formato dalla rifrazione della “A” indica sul serio verso Paul.
Bene, il primo Test è stato fatto.
Sono pronto per il secondo:
Milano, Palazzo Castani.
In piazza del Santo Sepolcro (tralascio gli ovvi riferimenti ai cavalieri templari), sorge Palazzo Castani, sede della Polizia di Stato.
A destra del portone di ingresso, dovrebbe esserci una misteriosa grata che non presenta alcuna traccia di saldatura o di fusione, come se fosse una impenetrabile maglia di ferro.
Andrò a controllare.

9 commenti:

Fracartina ha detto...

Attento a non finire come Diotalevi e compagni, sotto il famoso pendolo.
E poi ricorda la base di tutte le teorie cospirazioniste:
"I templari centrano sempre e Minnie è la fidanzata di Topolino"
chi indovina il riferiumento letterario?
ciao

Libero Assassino ha detto...

Umbero Eco :P

..e comunque mi fanno sempre schiattare dalr idere le TEORIE COSPIRAZIONISTE...

Libero "Elvis non è morto, è solo tornato a casa" Assassino

Libero "Elvis the Pelvis" Assassino ha detto...

UMBERTO! non UMBERO!! E che diamine!

Anonimo ha detto...

Se non ricordo male, sulla cpoertina di Abbey Road,si vede una macchina in lontananza dirigersi verso le strisce pedonali,dove stanno camminando i Fab Four. Paul è esattamete sulla sua traiettoria.Cioè se la macchina avanzasse di colpo a tutto gas, ivestirebbe proprio lui.

Mattia.

suXgiu! ha detto...

Conspiration Mission n°1

Oggi mi metto il berretto con le orecchie da bassotto in pieno stile Sharlock Holmes e mi reco in piazza San Sepolcro a cercare la misteriosa grata.
Sono anche dotato di macchina fotografica... spero che non mi arrestino gli abitanti del palazzo ;-)

Buy Levitra ha detto...

Great article! Thanks.

Phentermine ha detto...

Thanks for interesting article.

Payday loans ha detto...

Nice Blog!

Anonimo ha detto...

io sono più che convinto nella teoria della morte di paul mccartney ma è una cazzata che john lennon fosse l' unico al corrente perchè gli indizi ci sono anche nelle conzoni di george e ringo; scrivi rotten apple su youtube e trovi un sacco di video con indizi, è inpossibile che solo john lo sapesse, erano come fratelli!