lunedì, maggio 15, 2006

Calcio!

Uno si impegna per quasi trentacinque anni a rimanere immune alle questioni calcistiche, facendo anche la figura dell’alieno nei contesti sbagliati, uno ce la mette tutta per non sapere niente, in una società in cui il calcio comunque ti prende a calci anche se non vuoi, e devi fare lo slalom attraverso ore ed ore di aria frittissima su ventitidue miliardari in mutande che inseguono una palla.
E i giannibreri e i mughini e i movioloni e questo e quell’altro…
Uno ingoia il rospo e sta zitto, anche quando nella lingua italiana telegiornalistica la parola “sport” è in realtà un binomio unico: sportcalcio, senza nemmeno il lusso di mettere una virgolina tra sport e calcio.
Uno sorride, nelle rare occasioni in cui c’è qualcuno con uno stipendio normale e l'eroismo dell'atleta vero, che fa i numeri sulle parallele, su una pista d’atletica o sul ghiaccio.
Ma niente…
Non solo uno come me si fidanza con una interista, e non sto a dirvi quanto sia difficile per uno immune essere il fidanzato di una interista, ma ora…
Ora che è scoppiato “Lo Scandalo” di calcio se ne parla ovunque, anche sui siti cospirazionisti che amo navigare, adesso si parla di calcio e non più di alieni, congiure e misteriose scie chimiche.
Non solo, ma qualcuno suppone che il casino sul calcio serva per sviare l'attenzione su un qualcosa di gravissimissimo che sta per accadere...a questo siamo!
Scandalo?
Ma quale scandalo.
Ma lo avete visto in faccia Moggi?
Scandalo?
Ma quale scandalo.
E’ il vostro sport nazionale preferito, vi ci ammazzate anche per questo sport.
I vostri eroi sono ragazzotti con due aggettivi e tre Bmw, qualcuno i fili doveva pur tirarli, no?
Ebbasta, un gran chissenefrega e iniziamo a parlare di cose serie.
Tipo quando arrivano gli alieni.
A che punto stiamo con il debito pubblico.
Con chi siamo in debito.
L'asteroide cade o non cade?
Eccetera...

6 commenti:

michele ha detto...

Mi hai proprio rubato le parole di bocca, Diego. Ma tutto, proprio tutto, fa parte dello spettacolo. Chissà a quanto verranno venduti i diritti TV del processo?
m.

L'Orso Ciccione ha detto...

Uffa, è vero, però cheppalle.... voglio tornare bambino a giocare con le figurine...
mica si può sempre parlare di cose serie... il fatto è che il calcio non dovrebbe essere una cosa seria e invece cercano di farla diventare, o dandogli troppa importanza o mettendoci in mezzo affari sporchi.
Nessuno scandalo comunque: se la tua ragazza è interista te lo può ben dire che noi si sapeva già tutto ^___^
In confidenza... Moggi è un alieno.

arcobalenotturno ha detto...

e pensa che ra un pò inizieranno pure i mondiali... aiutooo..si salvi chi può...

era coì bello giocare con i pali fatte con le magliette e la traversa immaginaria

ottokin ha detto...

Io dal canto mio so' perfettamentew che "è un calcio malaato" però che ci devi fare? a me piace, mi fa tornare bambino. il problema è che ci vogliono regole e che queste regole non piacerebbero a nessuno, come ad esempio:

- tetto salariale
ogni squadra può spendere lo stesso monte stipendi per comprare e pagare un tot di giocatori, così si toglie il gap tra squadre ricche e povere e pure il Fiorenzuola potrà un giorno vincere lo scudetto.

ma figurati a chi potrà mai interessare un calcio dove vincono tutti! E poi altrimenti calabresi che vivono a torino cosa tifano?
(senza offesa per i calabresi, ma si sa che chi è di Torino tifa Torino)

grande Diè

Anonimo ha detto...

6 Te Ke CoPi SpArIdInKiosTrO o e' LuI Ke KoPiA Te??? StEsSo PoSt StESso GiOrNo. (2° Me E' LuI!)

CiiAAAAoooo
c.

Marco Rizzo ha detto...

standing ovation! STANDING OVATION PER TE!