mercoledì, aprile 05, 2006

Lovebunny

Ieri sera a Markette c'era Isabella Santacroce.
Non so a voi, ma a me Isabella fa una sconfinata tenerezza.
Ogni volta che la vedo sorrido amorevole, e mi viene da farle le carezzine.

7 commenti:

ausonia ha detto...

ok, ho un blog...

ciampi

mucio ha detto...

Anche io ho la stessa reazione, sembra una cuginetta piccola che vuole fare la grande... poi se pensi a quanti anni ha un po' ti sembra proprio una sfigata

Anonimo ha detto...

Le farei fare una terapia a base di zappa e terra. Dai. Metà del suo successo è legato all'immagine da lolita ed alle minigonne. L'altra metà al fatto che molti in Italia, come in una fantastica strip di Ratman, non sanno che i libri sono scritti anche dentro, e si limitano a impilarli nella loro bella libreria.

Anonimo ha detto...

Avendo leggiucchiato qualcosa di suo, mi associo all'anonimo che suggerisce zappa e terra. Aggiungerei anche un po' di miniera, tanto per andare sul sicuro.
M.M.

Niccolò ha detto...

Diamogli la zappa và ma nei denti , che palle sta gente finto alternativa , che tristezza.
Ciao Diego , come ti è sembrato il libro dedicato a Fulci?

glo ha detto...

un parere da qualcuno che l'ha vista?se pur per breve tempo...

si, fa tenerezza. anche dal vivo.
Presentazione di REVOLVER. 25febbrai2004_Feltrinelli_Milano
Impetuosa mentre legge. Tranquilla e pungente mentre risponde alle domande, seduta su uno sgabello nero, nei suoi panta jazz neri, nella sua maglia nera, nei suoi stivali da motociclista neri e nel suo caschetto nero. Di fianco alla Nannini che zitta la stava ad ascoltare. e basta.
Faceva tenerezza anche quando schivava le fotografie.
E REVOLVER è davvero molto bello.
distante quel che basta dai suoi primi, difficili quanto forse un po' casuali(o istintivi)lavori come fluo o luminal...
Certo una buona dose di sano, sanissimo, esibizionismo (mal)celato. Dà l'impressione di essere una persona con cui si ha voglia di rimanere a parlare. e non è male per una scrittrice.
Poi magari l'ho presa io in buona quella sera.
Legata alla lolita in minigonna non direi proprio con la maschera nera che le copre il viso ora e con le serate nelle discoteche con vestiti(?) sadomaso a leggere pagine dei suoi libri. Però se per qualcuno questo è esser finti alternativi lo è anche mettere le all star con dei jeans firmati.
Non la reputo la più grande scrittrice sulla faccia di questa terra e non lo sarà nemmeno in futuro. Ma non credo si possa obiettare su ciò che scrive...anzi. su come, dato che forse è la cosa più interessante.
Per il resto, della sua vita, può farne ciò che vuole.

Ma sono solo opinioni in attesa di un risultato elettorale che mi da più o meno una chiara situazione sugli italiani: che manica di imbecilli.

valentina ha detto...

a me i suoi libri piacciono.
e dato che non l'ho mai vista,a questo punto spero di non vederla mai, per non rimanerne delusa. nel dubbio,non cercherò neppure immagini con google.non voglio sapere niente di lei, tranne che riesce a conquistarmi nelle sue pagine...credo che sia ciò che conta,no??
diego ma ipotizo che a te i suoi libri non piacciano molto..!