lunedì, gennaio 16, 2006

I casi della vita.

Devo smetterla con il cospirazionismo, ormai vedo complotti e piani orchestrati dalle potenze oscure dietro ogni angolo.
E’ ora di darmi una regolata, devo prendere le cose per come sono, devo farmele scivolare addosso fermando ogni tipo di spirito critico nei riguardi della realtà che mi circonda.
Per cui, sì, è soltanto un caso, è soltanto una magnifica coincidenza.
Siamo a meno di un mese dalle olimpiadi invernali di Torino, ed è assolutamente un caso che lo Sci italico abbia un nuovo campione per cui tifare, su cui investire, su cui fare special televisivi.
E’ un caso che i due eventi collimino alla perfezione.
E’ soltanto un caso.

2 commenti:

Mauro Uzzeo ha detto...

Chissà se è un caso... e comunque noi, mesi fa, a scanso di equivoci, siamo riusciti a realizzare per le olimpiadi invernali di torino 2006 la prima sigla olimpica in cui NON compaiono gli atleti!
Spero ti piaccia
Ciao

Ale ha detto...

No, non lo è.
Lo preparavano da 4 anni.
Un investimento tecnologico senza precedenti.
Sai bene che certe cose le so da vicino...