martedì, dicembre 20, 2005

I Viandanti, la sceneggiatura

Ecco!
Questa è la versione origginale, decisamente più prolissa....
A me, perchè sono un stupidino, la parte in cui il consigliere dice che i Viandanti non parlano nemmeno sotto tortura fa ridere un casino!
AH! AH! AH!
Per i distratti, ricordo che il fumetto è già uscito, è sul numero 51 di Lanciostory, in edicola da lunedì...

TAV 1

Splash Page di apertura.
Vediamo una panoramica dall’alto di un classico villaggio fantasy, calca molto la mano sugli stereotipi e sugli archetipi, vorrei la classica visione di un ameno villaggio preindustriale tipico, anzi tipicissimo del fantasy.
Un villaggio da Signore degli Anelli, con casette, alberi contorti, vestiti fatti a mano, contadini, calessi, insomma una bella macedonia visiva in stile fantasy, disegna tutto quello che ti piace e vai tranquillo.
Preceduti da contadini che corrono, e da madri che portano in casa i figli che stavano sulla strada, arrivano, cavalcando la strada principale, tre guerrieri armati di tutto punto.
Sono a cavallo, sono grandi e grossi, bardati e armati, una ha una spada, uno una mazza chiodata, l’ultimo un’alabarda, sono molto più alti e massicci dei contadini del villaggio, e capiamo subito che questi tre sono dei guerrieri di tutto rispetto.
Forse chiamati dai contadini, lo capiremo meglio dopo.
E’ il loro arrivo, atteso e sperato, metti i tre nel centro della vignetta e dagli la giusta importanza.
Le didascalie, mi piacerebbero iscritte in una sorta di cartiglio, quasi fossero parte di una pergamena.

Dida: All’inizio, nessuno diede peso alle voci che giungevano dal remoto villaggio di Faleran… era solo un piccolo borgo di contadini, quasi ai confini del regno, abitato da gente che per secoli, senza mai lamentarsi si era dedicata al duro lavoro nei campi…

Dida: …le voci diventarono resoconti ufficiali scritti dai Vassalli della provincia, e quando le notizie giunsero all’orecchio del Buon Re Izaal, le ascoltò con molta attenzione, cercando di capire che cosa stava accadendo nelle campagne di Faleran.

Dida: Il buon Re, sapeva che il male è sempre in agguato, e che ha molte vie per manifestarsi, capì che il suo regno era in pericolo, una minaccia oscura e misteriosa aveva scelto un piccolo villaggio di confine per dare inizio a quella che poteva essere una nuova guerra…

Dida: Ma le voci, come sempre, non erano chiare. Dunque, senza esitare, il buon Re mandò a Faleran i suoi migliori guerrieri per fare luce sull’intera vicenda…

In basso il titolo: I VIANDANTI
e i credits: Testo di: Diego Cajelli, Disegni di Luca Bonessi

TAV 2

1/2: I tre guerrieri a cavallo, visti un pochino dal basso, sono massicci, belli, grossi, armati e densi di carica epica.
I contadini di quinta, li guardano con ammirazione e timore.
Bardius è quello con l’alabarda, Nulbruud ha la mazza, Tikram la spada.

Dida: Bardius di Draxa, eroe della Sacra battaglia di Numia…

Dida: Nulbruud, il paladino delle Terre ghiacciate….

Dida: Tikram, il principe della Spada del Sole.

3: Pa dall’alto di un vecchio, è la soggettiva di uno dei tre a cavallo, vediamo questo vecchio che si avvicina, ha l’aria molto saggia, parla con i guerrieri con molto rispetto e timore.

Vecchio: Benvenuti a Faleran!… Benvenuti!… Io sono Patnal, il capo villaggio…Vi stavamo aspettando con ansia!

4: Laterale, Bardius scende da cavallo, massiccio e possente, scende dalla sella.

Bardius: Salute, Vecchio!… Non perdiamo tempo, allora….

5/6/7 Sulla stessa striscia

5: Frontale dei tre guerrieri, il capo villaggio è di spalle di fronte a loro.

Bardius: Raccontaci che cosa succede nelle vostre campagne!

6: Pp del vecchio, sguardo basso, timoroso, inizia a raccontare.

Vecchio: Io… Io fui il primo a vederli… Tre stagioni fa… E non avevo mai visto nulla di simile!

7: Pp laterale del vecchio, molto preoccupato.

Vecchio: Erano le prime luci dell’alba, la bruma avvolgeva ancora i campi… e io, come spesso fanno i vecchi, mi ero svegliato molto prima del canto del gallo…

TAV 3

1: FLASHBACK!
Arrotonda i margini della vignetta.
Pa laterale del vecchio (nel senso opposto rispetto alla vignetta 7 della tavola precedente) cammina per un sentiero circondato dalla vegetazione.
Ha una sacca a tracolla, raccoglie delle bacche da un cespuglio.

Dida in alto: …Era il momento buono per raccogliere le bacche di Ofrea…

2: Sempre Flashback.
Frontale, il cespuglio è sulla sinistra della vignetta, il vecchio si volta verso destra.

Dida: Sentii i loro passi sull’erba gelata del mattino…

3: Sempre Flashback.
Pp terrorizzato del Vecchio

Dida: Loro…

4: Sempre Flashback. Nuca del vecchio, davanti a lui vediamo un campo erboso quasi sterminato, con la nebbiolina che oscura un po’ il paesaggio.
Vediamo quattro o cinque sagome umane stagliarsi nella nebbia, non molto lontani dal vecchio.
Sono le sagome caracollanti di ZOMBI in puro stile Notte dei Morti viventi.
Si vedranno meglio dopo.

5/6: Sempre Flashback. Totale frontale, gli Zombi che camminano nella campagna al mattino.
Alcuni con le braccia in avanti, altri un po’ storti, altri un po’ decomposti, altri con un urlo muto scolpito sul viso.
Sono classici, classicissimi Morti Viventi, in stile Dylan Dog, in stile Down Of The Dead, i classici, lenti, instabili, decomposti Zombi dei racconti horror.
Luci, nebbia, atteggiamenti, ricalcano a pieno gli stereotipi puri del racconto horror, deve “staccare” il contesto Fantasy, devono sembrare molto “fuori luogo”, mischiamo i generi e facciamo casino!
Gli Zombi, NON vestirli secondo la moda fantasy, vestili con i NOSTRI vestiti, jeans, camicia a scacchi, giubbotti, t shirt, occhiali, come se un gruppo di zombi di un film horror attuale si fosse perso e finisse per sbaglio in un film fantasy.
Chiaramente, hanno tutti l’aria rimbambita tipica degli zombi!

Dida: Loro, I VIANDANTI!

TAV 4

1: Fine flashback.
Il vecchio di fronte ai tre guerrieri, nel mezzo della strada principale del villaggio.

Vecchio: Erano morti!… Forse richiamati alla vita da un’empia magia!…
Nulbruud: E poi?… Che cosa accadde, dopo?

2: I tre guerrieri di spalle, il vecchio e altri contadini di spalle di fronte a loro.

Vecchio: Io avvisai subito del pericolo, ma nessuno allora mi diede retta…. Quegli esseri sono ancora nelle nostre campagne, e da quel mattino in poi, hanno ucciso diverse volte…

3/4: Flashback, arrotonda i margini della vignetta.
Un capanno nel bel mezzo della vignetta, accanto ad un albero, una roccia, un tipico capanno fantasy da contadino isolato.
Vediamo gli zombi arrivare, caracollando verso il capanno.
E’ notte, la luna piena, illumina la scena.

Dida: Uccisero Navdol Orghin, il piccolo Furs che viveva ai margini del nostro villaggio con la sua famiglia…

Dida: Lo attaccarono in una notte di luna piena…

5: Sempre Flashback.
Una famigliola di simil Hobbit nella loro casetta, delle finestre, rompendo i vetri, entrano le braccia degli Zombi.
Navdol, con in mano una spadina, cerca di fare fronte all’avanzata degli Zombi.

Rumore: CRASSHHHHH
Navdol: NO!… NOOO!!

6: Sempre Flashback.
Famigliola di simil Hobbit, terrorizzata, circondata dagli zombi che sono entrati in casa loro.

Dida: Vennero sbranati. Quelle creature si nutrirono con la carne dei Furs, strappandogliela a morsi dalle ossa.

TAV 5

1/2: Sempre flashback.
Un gruppo di Zombi, accosciati sul terreno, intenti a sbranare qualcuno sdraiato.
Di questo qualcuno vediamo solo un braccio spuntare tra gli zombi, leva il braccio verso il cielo in cerca di aiuto.
Il braccio è femminile, con una bella mano elegante verso il cielo, il braccio è coperto da una vesta bianchissima.
E’ l’unica cosa che vediamo dell’essere che gli zombi stanno mangiando.
Siamo sulla riva di un bellissimo laghetto, un laghetto fatato, è sempre notte.
Alcuni zombi passeggiano in giro.

Dida: La stessa fine toccò a Trezaa, la dolce fata del lago Uris…A nulla servì la sua magia, evidentemente, quella dei Viandanti era più forte…
Dida in basso : Abbiamo chiesto aiuto, raccontando che cosa accade in questa landa, e in qualche modo siamo corsi ai ripari, proteggendo il nostro villaggio…

3: Fine Flashback.
I tre guerrieri di fronte al vecchio e agli altri contadini.

Tikram: Quali sono le difese che avete allestito?
Contadino: Venite, ve le mostrerò!

4: I tre guerrieri camminano al fianco del contadino, vanno verso destra, ai confini del villaggio.
Gli altri contadini presenti, sulla soglia delle case, li guardano con rispetto.

Contadino: E’ l’unica cosa che ci protegge dai Viandanti, nessuno guerriero fin ora è riuscito a sconfiggerli, e allora…. abbiamo pensato di tenerli lontani da noi…

5/6: Panoramica frontale, vediamo una sorta di palizzata che costeggia il villaggio, come le mura di un castello o quelle di un fortino.
Sono delle palizzate di legno, con punti di osservazione e camminatoi, circondano il villaggio proteggendolo.
Dentro c’è il villaggio, fuori, la campagna e gli zombi.
Ne vediamo alcuni, passeggiare tra gli alberi, uno di quinta di spalle ha in mano la testa di un unicorno e la tiene per il corno.
Sulle palizzate, vediamo i tre guerrieri e il contadino che guardano verso di noi e verso gli zombi.

Contadino: Erigendo questa barriera!
Bardius : PER IL GRANDE SPIRITO!
Nulbruud: Non immaginavo fossero così numerosi…

TAV 6

1/3: Verticale.
I tre guerrieri sul loro punto di osservazione sulla palizzata.
Osservano gli zombi passeggiare nella campagna sotto di loro.
Il contadino è vicino a loro, molto timoroso.

Bardius: Non essere codardo, Nulbruud!… Non saranno più di un centinaio, hai sconfitto armate di Troll più numerose!
Tikram: Già… e senza avere la mia spada del Sole dalla tua parte!

2: Pp laterale di Nulbruud, con le mani appoggiate alla palizzata, osserva severo verso fuori campo.

Nulbruud: Avete sentito anche voi il racconto del vecchio…. Con quelle creature la magia non funziona… Non avremmo il sacro potere di Attighan a sostenerci!

4: Zombi visti dall’alto, sentendo la presenza di esseri viventi, si sono avvicinati alla palizzata, guardano verso l’alto, toccando la palizzata con le loro mani morte.

Vfc: Hai dunque paura, fratello?
Zombi: GHAAAAAAAA

5: Nulbruud visto dal basso, come se fosse una soggettiva di uno degli zombi.
Il guerriero ci guarda, serio.

Nulbruud: No. Nel mio cuore non c’è posto per la paura.

6: Laterale, i tre guerrieri, massicci e possenti scendono dalla scaletta che dalla palizzata li porta al villaggio.

Tikram: Bene, allora andiamo a porre fine a questa minaccia!

TAV 7

1: Cm laterale, la barriera di legno è sulla sinistra, gli zombi e i campi sulla destra.
Gli zombi gironzolano per i fatti loro, non badano alla porta che c’è sulla barriera.
E’ un portone tipo rodeo, che si tira su dall’alto, aprendo un passaggio.
Vediamo i contadini sulla barriera che si preparano ad alzare il passaggio.

2: Stessa immagine, il portone viene alzato, e vediamo uscire i tre guerrieri, a cavallo, spronano al galoppo i loro animali brandendo le loro rispettive armi.
Gli zombi se ne accorgono e si voltano verso di loro.

Cavalli: HIIIIIII
Bardius: NEL NOME DEL RE!

3/4: Frontale, i tre guerrieri galoppano verso di noi, facendosi largo tra gli zombi.
Bardius ne colpisce uno con l’alabarda, Nulbruud rotea la sua mazza e Tikram ha sguainato una spada di fuoco.

Bardius: YAAA!!!!
Cavalli: HIIIII
Rumori: SLASSSHHH

5: Laterale, Bardius apre in due uno zombi con un colpo di alabarda.

Rumore: SLAHHH
Baldius: AHHH!!

6: Cm frontale ad altezza terra, il mezzo zombi cerca di rialzarsi da terra comunque, in secondo piano, Bardius procede nella sua cavalcata.

Bardius: Perché non morite?… Carogne!
Zombi: UH-UMHH

TAV 8

1: Zombi in laterale, l’alabarda di Bardius gli si conficca addosso di punta, insensibile al dolore afferra l’arma per il manico.

Zombi: RGHAAAA

2: Baldius che cade a terra, disarcionato.

Rumore: TUMP
Baldius: UNGH!

3/4: Tikram di spalle, a cavallo, circondato da Zombi.
Con la sua spada di fuoco ne colpisce qualcuno, senza arrecare troppi danni, qualche zombi brucia ma si avvicina lo stesso.
Uno zombi sta mordendo il cavallo di Tikram sul collo.

Tikram: VIA!… ANDATE VIA, MALEDETTI!

5: Zombi che morde il cavallo sul collo, strappa un brandello di carne dall’animale.

Rumore: SCRAATCH
Cavallo: HIHIHIHIH

6: Tikram che scende agilmente dal cavallo, spada di fuoco in mano, molti Zombi di quinta di spalle incombono su di lui.

Tikram: Fatevi sotto, Demoni!

TAV 9

1: Laterale, Tikram colpisce uno zombi con la spada di fuoco, il morto vivente si incendia, vediamo le cinetiche infuocate della spada di Tikram.

Tikram: La spada del sole vi fermerà!
Rumori: SLAHHHH WOOOSHHH

2: Tikram di spalle, di fronte a lui, un paio di zombi incendiati come tizzoni ardenti, continuano imperterriti ad avanzare.

Tikram: !!!

3/4: Laterale, Nulbruud è già sceso dal cavallo, colpisce uno Zombi alla testa con un gran colpo di mazza, questo riuscirà a fermarlo, ma ne ha molti altri vicini.

Rumore: STUDDDD
Nulbruud: Alla testa!… Colpiteli alla testa!
Zombi: RGHHHH

5: Nulbruud girato di tre quarti verso di noi, cerca i compagni con lo sguardo, non bada agli zombi che ormai gli sono addosso.

Nulbruud: Mi sentite?…

6: Pa frontale di Nulbruud, mani di zombi che lo stanno prendendo alle spalle, ci guarda con aria interrogativa.

Nulbruud: Ma che cosa?!

TAV 10

1/2: Panoramica laterale, sulla destra vediamo Nulbruud, brutalmente trascinato a terra da un gruppo di zombi.
Sulla destra vediamo altrettanti Zombi, accovacciati sui corpi di Baldius e di Tikram.
Vicino a Tikram, alcuni zombi hanno preso fuoco, ma sembrano non curarsene molto.

Nulbruud: NOOOOO!!!

3/4: Allontanati verso l’alto.
Campo lungo da altezza elicottero.
Vediamo gli zombi in fiamme, quelli che banchettano con i tre guerrieri e molti, moltissimi altri morti viventi arrivare dalle campagne.
All’estrema destra della vignetta, vediamo la barriera che protegge il villaggio e il villaggio ormai assediato.

Nulbrud: NOOO! NOOOOO!!!

5/6: Stessa immagine, ma un paio di mesi dopo.
Giocatela molto dall’alto, sennò diventi matto.
Sulla destra, dentro il villaggio e immediatamente dopo la barriera c’è un esercito, un vero e proprio esercito di fanti, cavalieri e guerrieri vari, è una guerra su vasta scala, giocata in chiave fantasy.
E’ l’esercito del Re, che in massa, in gran forze è arrivato a difendere il villaggio dagli zombi.
Nelle campagne bruciano fuochi, ci sono scontri all’ultimo sangue, Zombi in marcia, che mangiano i soldati, camminano irti di frecce, caracollano tra gli alberi.
Il villaggio è ormai un avamposto da prima linea.

Dida: Due mesi dopo, il tranquillo villaggio di Faleran si era trasformato in un avamposto militare, era la prima linea della nuova guerra del Buon Re Izaal…

Dida: Un esercito di mille e più uomini, era stato chiamato per fronteggiare la più temibile minaccia mai vista a questo mondo…

Dida: Tutti i loro sforzi erano vani…

TAV 11

1: Il Re, armato e bardato, cammina serio e scuro in viso, per la strada principale del villaggio, una volta florido, ora è un accampamento militare.
Il Re è seguito dai suoi consiglieri, lo seguono con timore reverenziale.

Dida: Il Re in persona, volle vedere il nemico con i suoi occhi…

2: Pa laterale, Re che cammina, a grandi passi verso la palizzata, seguito da un cosigliere.

Re: Avete capito chi sono?
Consigliere: No, maestà… non parlano la nostra lingua…

3: Pp frontale del consigliere, preoccupato, il Re è di quinta di spalle e lo ascolta.

Consigliere: Ne abbiamo catturato uno… ma non sembra disposto a dirci nulla, nemmeno sotto tortura!
Re: Sapete almeno che cosa vogliono?

4: Pp laterale, il consigliere di fronte al suo Re.

Consigliere: No sire, l’unica cosa che sappiamo è che ogni nostro caduto, si rialza, schierandosi dalla loro parte!… E’ una magia sconosciuta!
Re: Dannazione!

5/6: Palizzata vista dal basso, il Re, elegante e sontuoso, come una celebrità al balcone, osserva le campagne piene di zombi e di soldati, ha uno sguardo sconvolto.

Re: Per gli dei!… Ma quale demone ha vomitato questo incubo sulla mia terra?!

TAV 12

1: Re e consigliere sulla palizzata, in laterale, sullo sfondo, scene di battaglia con gli zombi.

Re: Non si fermeranno… prima o poi questa barriera cadrà, e con lei cadrà anche il mio regno…

2: Scorcio dall’alto, il Re e il consigliere sulla palizzata, sentono un urlo provenire dalle campagne e si sporgono un po’ per vedere che cosa succede.

Urlo: AUURGHHHH!
Consigliere: Che cosa?!

3/4: Zombi e soldati visti dall’alto, gli zombi lasciano stare i soldati e camminano verso fuori campo.
I soldati interrompono la lotta e tirano un sospiro di sollievo.

Vfc: SI RITIRANO!… I VIANDANTI SI RITIRANO!

5: Pp frontale del Re, guarda con occhio attento oltre la palizzata, guarda all’orizzonte.

Re: No, amico mio… Non si stanno ritirando…

6: Pa frontale del Re, rassegnato, indica verso fuori campo.

Re: Si radunano per l’attacco finale…Raccomanda la tua anima agli Dei…

TAV 13

SPLASH PAGE FINALE.
Allora, vediamo in prima fila Bardius, Nulbruud e Tikram, zombificati, un po’ storti e semi masticati, sono a cavallo e anche i cavalli sono cavalli zombi.
Aprono le file a un esercito di Zombi, che li seguono lenti, caracollanti e camminano verso di noi.
Tra gli zombi, alcuni sono vestiti come noi, altri come il popolo del fantasy.
E’ un inarrestabile, invincibile esercito di zombi, guidato da tre cavalieri zombi.
Fanno paura, conquisteranno tutto il mondo.

Dida: All’inizio, nessuno diede peso alle voci che giungevano dal regno di Izaal, si diceva che il reame fosse caduto, per mano dell’Esercito dei Morti, guidato dai cadaveri dei più grandi condottieri del mondo…

Dida: Quando quell’armata di salme, invase i regni vicini, spargendosi come un epidemia di peste…

Dida: Le voci divennero grida…

FINE

1 commento:

alessandro ha detto...

La battuta del "non parlano nemmeno sotto tortura" piace anche a me. :-)

a.