martedì, settembre 20, 2005

Il Nuovo Ordine del Cioccolato.

Ormai lo abbiamo capito, che siano gli Alieni, il Nuovo Ordine Mondiale, gli Illuminati o i Madocter, il loro piano è quello di tenerci sempre in un regime di assoluto terrore interiore, infonderci insicurezza e tensione, levarci ogni certezza e tranquillità.
Il piano, sempre più visibile, è quello di terrorizzarci, mostrandoci un futuro oscuro e scardinando alla radice le nostre certezze legate al passato.
L’ultima vittima di questo processo è il bambino della Kinder.
Cade, in modo radicale e violentissimo, la sicurezza di un rapporto stabile, una relazione commerciale/sentimentale con quel bel frugolo anni ’70, sparisce la certezza del suo caschetto, dei suoi dentoni a palettone, della sua camicia a righe.
Con lui cadono tutti i metatesti legati a quell’immagine, spariscono i nostri ricordi in bianco e nero, sparisce il concetto stesso degli anni ’70, delle certezze alimentari e delle merende consumate all’esterno.

Il pupo ci guardava negli occhi, prendendosi di conseguenza le sue responsabilità, teneva in mano il prodotto che reclamizzava con il suo volto, stringendo un forte patto di complicità.
Tra le righe, tra le ciocche di quel caschetto e nella luce di quel sorriso aperto, c’era qualcosa, forse lo spirito cioccolatoso degli anni passati, delle tute da ginnastica, delle Tepa Sport, della palla medica e l’odore della Coccoina.
E al suo posto?
Eccolo.




Il clone del XXI secolo, con la faccia di plastica, lo sguardo già inquadrato e la polo, come un Amministratore Delegato al Glof Club.
Il nuovo faccione è il manifesto programmatico del Nuovo Ordine, è un futuro Costantino, viscido e infido, al punto di non guardarci neppure in faccia.
Freddo, puro, evidente nella sua assoluta matrice ariana di frugolo, un frugolo senza odore, perché i bambini così sono fatti in laboratorio, non puzzano e da grandi votano Bush.
Il clone infido si vede che è un bambino solo, si vede che spaccia una merenda da mangiare nella solitaria cameretta comprata a rate, mentre si gioca da soli.
Il male colpisce ancora.
Il prossimo passo quale sarà?
Un fotomodello sorridente sull'etichetta della Birra Moretti?

4 commenti:

alessandro ha detto...

O_O
Credo che non mangerò mai più una barretta kinder in vita mia.
Dopo Capitan Findus trasformato in un fighetto sbarbato (con la voce di Jack Folla, cosa che mi creava enormi confusioni...) ci mancava solo il bambino grasso che sporca il joypad della PS2 di cioccolato...
Sigh...

a.

minty ha detto...

Mi hai rubato il post! O_O
Volevo fare qualcosa di simile anche io, ma a questo punto mi limiterò a linkarti! ;)

Il nuovo bambino-clonato della Kinder ha inorridito pure me...

Ciao!

Anonimo ha detto...

ehi ciao! sono del forum di dampyr cmq mi piace come ragioni! pensa che la prima volta che ho visto la nuova scatola in pubblicità non ci volevo credere, è assurdo sto qua anziche farmi venire voglia di mangiarmi un kinder mi fa venire voglia di dar fuoco all'intera scatola! cmq è vero ormai tutto sta cambiando, in peggio, mi ero scordato qualke anno fa del buon VECCHIO capitan findus, e i sofficini quelli che mi faceva mia mamma quando avevo dieci dove sono finiti...ora sono diventati una roba colloide con il riso, immangiabili!
ps: non c'entra con questo articolo, ma ti prego fin da bambino oltre a archeologo e medico, volevo fare il fumettista, non sono portato ma un anche se è una cazzata ti prego se mi puoi dire una frase del tipo: "dai su credi nelle tue capacità!"
cmq be in bocca al lupo per la 24!
fabio - forum: -draco-

Gaunt Noir ha detto...

Come non pensare ad esempio alla povera mucca del Fruttolo, trasformata in una mucca antropomorfa super deformed doppiata da Davide Garbolino, fra l'altro... Maria vergine...