lunedì, luglio 25, 2005

Regali di compleanno

Allora, il 31 Luglio è il mio compleanno, compio ben 34 anni.
Se avete voglia di farmi un regalo, questa è la lista dei miei desideri:

Vorrei:

Una lezione privata da un economista, al fine di capire bene il seguente concetto:
I paesi sono in debito, dal momento della nascita, un cittadino italiano ha già un tot di debito, l’Italia fa fatica a pagare i debiti.
Occhei.
Ma a chi dobbiamo dei soldi?
Nei confronti di chi e perché siamo in debito?

Una T-Shirt taglia XL, in cotone, con logo di un gruppo metal rigorosamente anni ’80.
Vanno bene: Skid Row, White Lion, Atomic Playboys, Metallica (al massimo fino a Justice For All), Quiet Riot, Accept, Judas Priest, eccetera.

Una bandiera confederata, da mettere con le puntine dentro alla macchina, sul tettuccio.

Un cappello da CowBoy nero, due Colt Walker mod. 1847, in un cinturone di cuoio nero.
Le Colt, vere, mi raccomando.

Il numero di telefono di un “immobiliarista” qualunque, così gli chiedo come ci si sente a non essere più chiamati Palazzinari.
Era volgare, vero?

Una foto recente di Boy George.

Il cappello di Boy George, quello con su scritto: Boy, ma non nella variante con la scritta sulla placca metallica che fa tanto burino.

La recensione dettagliata di un pasto a base di Mozzarella di Bufala e Burrata.
Abbondare con gli aggettivi.

Un raggio fotonico, di matrice leninista, da montare sul cofano della mia Skoda, per vaporizzare quelli che con la Smart guidano come se avessero il motorino.

L’indirizzo di una gelateria che faccia il gelato alla nocciola e al pistacchio senza usare il latte.

Il cellulare di Rutelli, così lo chiamo dicendo di essere La Cicoria, gli racconto che ho una cugina, L’Ortica che vorrebbe andare a letto con lui.

Un’orchestra swing, che mi accompagni mentre canto Fly Me To The Moon.

Un videofonino, a patto che trasmetta 24 ore su 24 lezioni universitarie di fisica, le stesse che facevano la notte tardissimo sulla Rai.

Un po’ di dignità, così la passo subito a Carlo Rossella che ne ha tanto bisogno.

Due giorni in un set cinematografico, dove è stata ricostruito lo stesso ambiente della sequenza del film: L’Ultimo Boyscout, quando Bruce viene catturato dai cattivi, si risveglia, lo menano, lui chiede una sigaretta, quello lo mena, e lui dice: fallo ancora e ti ammazzo e poi lo ammazza.
Stessa scena, con me al posto di Bruce Willis.

Sapere che fine ha fatto Hermana Mandelli, quella che leggeva le previsioni del tempo alcuni anni fa.

La possibilità di tormentare nottetempo, prendendo la forma di un incubo da indigestione di lupini, il sonno di Paolo Meneguzzi, per punirlo dei suoi crimini contro l’umanità.

Cinquecento lire di carta.

Affetto e affettati.

Un robot gigante, in ferro, a forma di Boy George, alto almeno trenta metri, da pilotare stando nella cabina situata dentro la testa.
E usarlo per distruggere, senza alcun motivo, tutto il Missouri.

12 commenti:

boris battaglia ha detto...

ho il raggio fotonico. è di matrice kropotkiniana. e lo tengo per me
stracciabum
sciao
boris

mucio ha detto...

Ti faccio due mezzi regali:

il debito pubblico è formato da due componenti:

- Debito con stati esteri (vedi 3o mondo)

e

- Debito tramite titoli di stato

Praticamente lo stato chiede dei soldi in prestito ai cittadini che possono darglieli comprando i BOT e simili, poichè uno stato di solito paga (vedi Argentina) le i cittadini è un investimento sicuro. Con i soldi ricevuti lo stato manda avanti la sua economia... e paga interessi e debiti fatti precedentemente.

Ovviamente fare tanti debiti non è salutare (vedi Italia) perchè per colpa degli interessi maturati si buttano via così una barca di soldi.

Non sono un economista, ma è una mezza spiegazione.

Per la descrizione del pasto a base di mozzarella, domani torno a casa e credo proprio che la troverò ricca, bianca, succosa, soda e abbacinante come le tette di Giunone, morbida al tatto, liscia al tocco della lingua, la forchetta aprirà piccoli forellini da cui uscirà il latte, tagliata con il coltello si mostrerà nella sua consistenza compatta e irregolare, sarà facile distinguere la pellicola esterna dalla pasta interna e gli occhi precederanno la bocca nel mangiarla, i denti affonderanno sul "fiero pasto" tergendosi del sangue latteo della mia vittima.

Credo mia mamma compri i bocconcini, ma potrebbe anche prendere la mozzarella direttamente, non so, ma credo ti penserò, anche se distrattamente.

Anonimo ha detto...

Avevo letto il tuo post su "terrorismo e nostro stile di vita" e mi eri risultato simpatico.
Adesso leggo che hai la Skoda e mi sei ancora più simpatico (magari è pure una Felicia).
Buon compleanno.
Marcolo

tinapika ha detto...

Posso fornirle:
- cinquecento lire di carta,
- l'orchestra no, ma posso suonarle "tanti auguri a te" con la tromba,
- affettato affetto... un'etto, un'etto e mezzo! Che faccio? Lascio?

Auguri

Diego Cajelli ha detto...

Grazie a tutti!


X Marcolo:
Sì, ho una Felicia, verde Skoda!
Prima avevo una Panda bianca, una macchina assolutamente favolosa.
Purtroppo serviva al mio babbo, e l'ho data a lui!

Grazie ancora per i regali!

Diè!

PJCoolboy ha detto...

Le magliette hair metal le ho, pure quella dei Four Horsemen ai tempi di "And Justice...", bianca.

Ale ha detto...

Io i regali li faccio il giorno del comleanno:
ex Palazzinaro, ormai semplicemente imprenditore:
Enzo Scimone Tel.02.2562693
è quello del megacentrocommercialebicocca ed è quello che fa razzie di cascine in Gorla/Precotto sino a Gorgonzola per svuotarle e ristrutturarle, come i paguri. Solo che i Paguri non le vendono a 7000 € al mq.
Diè, Auguri!

Anonimo ha detto...

Regalo di compleanno anche se in ritardo.

"Sapere che fine ha fatto Hermana Mandelli, quella che leggeva le previsioni del tempo alcuni anni fa."
... Si è licenziata dalla rai anni fa(1998?)ed ora è attrice, giornalista, ballerina di flamenco, doppiatrice...
auguri...ORF

Anonimo ha detto...

che fine ha fatto hemana mandelli?
è la mia insegnante di flamenco.....bravissima ballerina e scrittice del libro intitolato antonio gades. si è licenziata dalla rai per inseguire i suoi sogni e la sua passione per la danza....è una donna fortissima!
insegna in più scuole di danza a milano!alessandra

Buy Levitra ha detto...

Great article! Thanks.

Anonimo ha detto...

Hermanna Mandelli presenzierà al Viterbo Festival dove leggerà passi di Aristotele, Platone e Pirandello

PROGRAMMA

28 agosto ore 21.30 SORIANO Chiostro
30 Agosto ore 21.30 BOMARZO Piazza Duomo
2 Settembre ore 21.30 VITERBO Gran Caffè Schenardi
28 settembre ore 21.30 VIGNANELLO Palazzo Ruspoli

Anonimo ha detto...

Fantastico!!! Per quanto riguarda la tua insana, per quanto condivisibile, mania per Boy George, ti posso consigliare di prendere il musical Taboo, dello spettacolo andato in scena per anni a Londra. La storia della vita di George e dei new romantic. Canzoni molto carine e un cast eccezionale (se poi sei pure gay è il massimo) auguri!