martedì, giugno 21, 2005

I Misteri del giornalismo

Su Repubblica, trovo questa ghiotta notiziola:

Entra nella stanza di una coppia alloggiata in un agriturismo di Barberino Val d'Elsa.
Un gesto folle costato un procedimento per violazione di domicilio e molestie
"Facciamo l'amore in tre?"
Denunciato intraprendente muratore

FIRENZE -

Lo cantava più di vent'anni fa Renato Zero: "Il triangolo no, non lo avevo considerato". Neppure loro avevano mai pensato a quell'amore "un po' articolato". Per questo quando si sono trovati uno sconosciuto in camera da letto hanno chiamato i carabinieri.
E' stato così denunciato il muratore fiorentino di 37 anni che stamane alle otto ha curiosato nell'intimità di una coppia di fidanzatini alloggiati nell'agriturismo di Barberino in Val d'Elsa, in Toscana.
L'uomo ha fissato una doppia ed è salito al primo piano come un turista qualunque ma nella sua mente già aveva deciso di dar forma alla fantasia che l'assillava chissà da quanto. La serratura è scattata docile: "E' vero - hanno detto poi ai carabinieri le vittime - ci eravamo dimenticati di chiudere a chiave la camera da letto".
Dal corridoio è sgusciato nell'appartamento dei fidanzati in mutande e, seduto sul letto, ha atteso che i due uscissero dal bagno dove stavano facendo la doccia. E' stata la ragazza la prima a varcar la soglia: "Dio, ma che fa mezzo nudo?" "Voglio fare l'amore con voi due". "Ma lei è matto. Amore vieni a vedere cosa vuole 'sto qui" (lo scambio di battute è sul verbale dei carabinieri).
E il fidanzato è uscito dal bagno stupito quando la sua amorosa ma robusto al punto giusto per scacciare l'infiammato muratore e telefonare alla reception per protestare. "Noi chiamiamo i carabinieri ma voi, intanto, mettete il sofà contro la porta e affacciatevi alla finestra: vi passiamo una scala così potete scendere e scappare via".
E dalla finestra sono scesi i fidanzatini terrorizzati lasciando alle spalle il rumore dell'insano muratore che continuava a battere alla porta e implorare un po' di sesso.
Alla fine i carabinieri son giunti e per violazione di domicilio, molestie e danneggiamento hanno denunciato il muratore, che ha già chiesto scusa. Eppure, come cantava Renato Zero, "la geometria non è un reato"



E ora la mia domanda…
Questo articolo non è firmato perché è scritto malissimo, o è scritto malissimo perché non è firmato?
La Signora Colle, la mia maestra delle elementari, aveva una cura per questo genere di cose, niente intervallo, e merenda consumata in solitudine in classe.

Sempre ieri, ho scoperto con piacere che non sono il solo a trovare estremamente irritante quando qualcuno dalla tivvù mi dice "pensate".
Mi viene sempre da dire "chi cazzo sei tu per dire a me quello che devo pensare, soprattuto considerando il fatto che mi stai dicendo una sequela di minchiate", dato che la mia linea è un po' troppo violenta, ne ho trovata un'altra.
Greg e Lillo.
Pensate, dice l'inviato.
Ora non ho tempo, prendo un'appunto e ci penso domani (Greg)
Io invece ci penso adesso, un momento, ecco, ci ho pensato (Lillo)

Comunque, un giornalista di Studio Aperto che ti dice "Pensate", è come un Pitone Birmano che ti dice "Guidate".

1 commento:

Anonimo ha detto...

Ho letto anch'io l'articolo, e mi ha colpito l'accuratezza del resoconto, con la battuta del receptionist citata integralmente... voglio dire, è proprio il genere di cose che vale la pena di approfondire, no? Altro che conflitto d'interessi, recessione e bazzecole simili...
M.M.