martedì, maggio 17, 2005

ottomilionidieuri

all'anno, per tre anni e non 40 e rotti.
Per cui sono solo 24 milioni, dice Paolo, in seguito alla sua investitura.

Amico di Amici (vedi messaggio) può anche non essere d'accordo con me, rimane comunque il fatto che le aziende devono comprare gli spazi nei posti più visibili per vendere le loro cose.
Si faranno i loro conti, conti che noi non possiamo fare.
Punto.
E' questo il problema.
Non il valore di un presentatore, o il ragionamento di uno sceneggiatore sul suo blog, il punto è che queste cifre alle persone normali cambiano la vita, e loro le trattano come monetine.
Anzi, te le regalano con i pacchi pigliandoti per il culo, facendo sorrisi e discorsi più populisti del mio.
Di nuovo la mia linea è:
Non regalarmi niente per favore, fammi pagare il giusto quello che voglio comprare.
Non dico di meno, dico il giusto.

Io non rosico perchè vorrei di più, non mi incazzo perchè anelo al superfluo.
Io mi incazzo perchè al meglio delle mie possibilità economiche ho appena il sufficente.
E, per esempio, non ho una casa mia, o una macchina nuova.
Il problema non è ambire al "loro" superfluo.
(E stanno facendo di tutto per convincerti che anche tu puoi, solo che tu paghi a rate, ipotecando il tuo futuro e loro no, ma questo è un altro discorso...)
Il problema è mettere assieme il "nostro" essenziale.
E la cosa che mi fa incazzare di più è la mancetta che ti danno sorridendo.
Lui, Gerry, Tizio, Caio e tutta la bella compagnia ruzzolante.

Ricapitolando.
8 milioni
per 3 anni
24 milioni
Il mio amico Enzo prende 1500 euro al mese, ed è fortunatissimo ad avere uno stipendio.
Tra circa mille e trecento anni, mettendo via tutto tutto, avrà lo stesso capitale di Paolo.

4 commenti:

boris battaglia ha detto...

io però non sarei mai capace, dico mai: ci mettessi anche mille e trecento anni, a fare quello che fa paolo

Amico di amici ha detto...

Se parliamo del fatto che la vita oggi è sempre più insostenibile, sono d'accordissimo...e te lo dice uno che 1500 euro al mese se li scorda. Il problema è capire dove sta la fregatura. Personalmente, non mi fa incazzare tanto il fatto che Bonolis prenda 8 milioni all'anno. Mi fanno incazzare molto di più le cose che riguardano me: il fatto che per esempio, per sperare in una pensione, mi chiedano di aprire un piano di investimento trentennale con un'azienda privata, senza darmi la garanzia che rivedrò mai i miei soldi. Mah.

ottokin ha detto...

Infatti il pallino, non è che Paolino mi prende i soldi, a me fa incazzare è altro, riferito alla tele, mi fa incazzare che non vedrò mai un programma decente di giorno, a me fa incazzare, che i tipi di Report non prendono gli stessi soldi di Bonolis perchè nessuno se li caga e si beccano pure le denuncie dallo stato (FS, Autostrade ecc.) perchè fanno il loro lavoro e denunciano gli schifi italiani. A me fa incazzare che Flavia "Zero neuroni" Vento prende dei soldi per comparire in tv quando al massimo dovrebbe prenderli per non farsi più vedere, nemmeno per strada. A me fa incazzare, nella vita vera, perchè non avremo MAI e dico MAI la possibilità di avvicinarci ad una cifra decisamente inferiore a quella del Paolino nazionale. Ma la colpa non è la sua, lui è bravo, si fa il suo mestiere, da anni, e forse se li merita anche, ma di tutto il sistema, dove il Presidente del Consiglio, lo paga, perchè lavora per lui, lo assume da una parte e lo licenzia dall'altra, dove... Ammazza che palle, potrei andare avanti per ore... lascio stare tanto il resto lo avete capito, vivete anche voi nel "nostro" mondo no?

Ciao Dieguito!

Diego Cajelli ha detto...

Ecco...
Ottokin si è espresso molto meglio di me!

Diè!
Adesso, per pareggiare, mi tocca imparare a fare l'illustratore come lui!
:-)