mercoledì, maggio 18, 2005

Diegolo

Notti Allegre




Gli eventi, i personaggi, le serate consigliate dalla redazione, «il mondo» di Diegolo e uno spazio speciale per i vostri più creativi sms. Ogni Mercoledì nella sezione Cultura e Tempo libero di Diegozilla una pagina dedicata alle notti della città.

Ieri, con Pasqualle, il mio ex coinquilino di Mazara del Vallo, abbiamo deciso di tirare fuori la Palio 1600 da sotto il telone grigio e di andare a mangiare in un locale molto cool, incluso nella guida trendy del Camionista Felice.
Non eravamo in vena di nesting e tantomeno di outing, per cui la mission era concentrata solo sul menù a prezzo fisso, otto euro, della Trattoria Paride, in via Palmanova.

Arrivati al locale, ci siamo subito accorti che l’ambiente era raffinato ma ostile, i cellulari suonavano in continuazione, coprendo le fragorose bestemmie che provenivano dalla cucina, dove il cuoco si era versato addosso l’olio bollente della frittura di pesce.
Al tavolo di fianco al nostro, c’era il solito vippame in soggiorno obbligato, Riky Rancido, Vito Manomozza e il Principe della Circonvallazione, Sadi Mashiu e le sue tre baiadere.

Comunque, avevamo scelto la serata giusta, infatti, su un palco formato da un pallett in legno per bancali appoggiato su dieci casse d’acqua, si esibiva un favoloso duo, Jole Cudro e i Magicians, che ci hanno sapientemente intrattenuto per tutta la durata della cena.
Pasqualle con il suo solito fare da ingenuo si è chiesto più volte chi fossero di Magicians, dato che sul palco erano solo in due.
Non sono stato a spiegargli le regole dello show biz, del resto non avendo mai frequentato il jet set, certe cose non le può capire.

6 commenti:

dario dp ha detto...

Chapeau!

alessandro ha detto...

Io inizierei anche la petizione "diamo un nome normale a camila"...
Meraviglioso post, comunque!

a.

kuita ha detto...

grande ...

alberto ha detto...

grandioso, geniale!

Anonimo ha detto...

Ogni volta che vado a cena in Corso Como mi sento brutto. Te l'avevo detto, Dié? E' terribile. Due Sabati fa ho visto Mastro Lindo esplodere dentro una camicia elasticizzata. Cioè, indossava abtiti eleganti ma aderenti come il costume di un supereroe. Paura.
Ora voglio una rubrica sul Corriere. Alberoni. Raznovich. No, non so se la voglio davvero, una rubrica sul Corriere...


michele.

Anonimo ha detto...

Ma secondo te, Diè, perchè 'sta Camila ottiene così tanti riscontri? Qual'è la putrida alchimia che la elegge portatrice del vessillo della notte ggiovane?
Cioè meglio, da dove cazzo salta fuori la discendente del Vlad, che invece di succhiare il collo...