mercoledì, aprile 27, 2005

Il tunnel degli Zombi

Premetto che sono un romeriano di ferro, la trilogia dello zio George A. è per me il dogma assoluto per quanto riguarda l’archetipo del morto vivente.
Non solo, ma Zombi (Dawn of the dead 1979) quando ero piccolo era il mio personalissimo Harry Potter, in quel centro commerciale c’era il nucleo del mio immaginario più forte, tanto da aver consumato diverse videocassette, al pari di molti bimbi con Cenerentola.
Per cui, immaginate le mie perplessità, quando di fronte ai trailer del nuovo Dawn Of The Dead ,ho visto gli zombi agili, saltare e correre come dei centometristi.
Siccome sono uno snob del cazzo, siccome sono uno di quelli che: il cinema di oggi non può più dirmi niente, e i film belli li hanno fatti tutti negli anni settanta, ho saltato l’uscita cinematografica e ho guardato da un'altra parte.
Poi si sa, i DVD a 9 euro sono la Brown Sugar della mia generazione, come fai a resistere?
Ero alle Messaggerie, di fronte a ottomiglia di espositore, ho arraffato tra le altre cose anche il remake zombesco suddetto, me lo sono portato a casa e assieme a Federica me lo sono visto.
Miglior film di Zombi degli ultimi dieci anni.
In assoluto, si colloca ai vertici della mia dead top five, anche se non ho ancora visto Shaun of the Dead.
Dentro c’è tutto, compreso Tom Savini che fa lo sceriffo e il nero protagonista nel 79 che fa il telepredicatore e spara la storica frase bomba.
I contenuti speciali, che di solito li uso per sbadigliare, riservano ottime sorprese, su cui spicca il racconto in videotape di Andy.
Bene.
Ne voglio altri undici di film così.

Dead Top Five:

1) Dawn Of The Dead (1979)
2) Dawn Of The Dead (2004)
3) Night Of Living Dead
4) Day Of The Dead
5) Incubo Sulla Città Contaminata

6 commenti:

Alberto Lanzillotti ha detto...

Devi assolutamente vdere Shaun of the Dead!

Anonimo ha detto...

Mah... il film di Snyder è molto bello (anche se, in ambito di remake, ho preferito quello di "Non aprite quella porta")... però... però inverirei il secondo e il quarto posto della tua classifica!
Il "Day" è sempre il "Day"!

Davide

Anonimo ha detto...

anche a me è piaciuto un superbotto...
l'unica cosa che non mi è andata giù è che nell'armeria anzichè prendere fucili d'assalto e bombe a mano per sfoltire magari un pochino i simpatici amichetti che aspettavano i tipi al di fuori del centro commerciale, prendono delle pistoline a tamburo che sono pure lente da ricaricare.....

speravo comq nel finale angosciante della nave che partiva e basta...come nel pilm di romero con l'elicottero
lascai in bocca quel senso di inquietudine...
chissà se si salvano, chissà se l'isola è rimasta immune dagli zombi....

bazi
dav.

Anonimo ha detto...

anche a me è piaciuto un superbotto...
l'unica cosa che non mi è andata giù è che nell'armeria anzichè prendere fucili d'assalto e bombe a mano per sfoltire magari un pochino i simpatici amichetti che aspettavano i tipi al di fuori del centro commerciale, prendono delle pistoline a tamburo che sono pure lente da ricaricare.....

speravo comq nel finale angosciante della nave che partiva e basta...come nel pilm di romero con l'elicottero
lascai in bocca quel senso di inquietudine...
chissà se si salvano, chissà se l'isola è rimasta immune dagli zombi....

Mauro Uzzeo ha detto...

Ciao Diè... ogni tanto mi fermo sul tuo blog e mi ci faccio 4 risate perchè non so perchè ma mi fai proprio ridere:-)
E comunque questo post mi ha rimpito di soddisfazione... cacchio ho difeso la versione d DoTD 2004 a spada tratta contro tutti i detrattori snobbi... lo trovo un film ben girato e ben scritto. Che omaggia senza plagi... e poi vogliamo mettere i primi 10 minuti fino ai titoli di testa? Sturbo continuo! E i titoli stessi? Nell'originale la satira contro il capitalismo, in questi titoli, denuncia piena contro ogni tipo d'integralismo. Un bravo + + a snyder. E ora prepariamoci a sto Land of dead che chiude la tetralogia romeriana.
ciàz

Mauro Uzzeo

Anonimo ha detto...

Tutti coloro che difendono a spada tratta la skifezza di Snyder vuol non hanno capito proprio un cazzo sul valore della trilogia di Romero nè sul fatto che gli attuali remake altro non siano che uno svilimento commerciale della stessa, per me assolutamente incapaci di trasmettere le emozioni degli originali. Gli attuali remake sono solo triti e ritriti film d'azione e così pure l'ultimo capitolo di Romero stesso "Land".
Mi auguro solo che Diary of the Dead non si pieghi al commerciale visto che sarà realizzato da produzioni indipendenti
A riprova di quel che vi scrivo...guardatevi il triler rel remake di Day of the Dead e provatemi un po' voi a dirmi se non è meglio continuare a guardarsi l'originale!
Federico.