giovedì, aprile 07, 2005

Dampyr Sessantuno

Esce sabato...
Lo ha disegnato Luca Rossi...
Dopo circa dieci anni, la mirabolante coppia Cajelli/Rossi torna a lavorare assieme...
Non vi sembra un buon motivo per correre in edicola e prenderne diciotto copie?



Sul sito della Bonelli lo presentano così:
Guichoux, un paesino francese dall’aspetto sonnolento e tranquillo.
Ma Caleb decide di inviare laggiù Harlan, per una vacanza.
Qualcosa si muove, a Guichoux.
Una vecchia macchina fotografica degli anni Trenta riappare a una fiera dell’antiquariato.
Un maturo collezionista scopre di saper fare con la carta dei raffinati origami.
Un infermiere del locale manicomio impazzisce.
Una belva sconosciuta mette in fuga e uccide i cacciatori.
E, soprattutto, una foto in possesso di Harlan diventa sempre più sbiadita.
Quella foto raffigura Claudine Bobasch, un’occultista misteriosamente scomparsa negli anni Trenta.
Perché Claudine sta scomparendo dalla sua foto?
Dove e come riapparirà?…

1 commento:

Anonimo ha detto...

Complimenti Diego per l'ultima storia di Dampyr, le vicende della Bobasch sono coinvolgenti e l'albo l'ho letto tutto d'un fiato......

"Tu sei preoccupata,perchè tuo marito protrebbe scoprire che ti baci con tuo fratello"

brrrr!!!
che dire dei disegni del sig.Rossi? ogni tavola è un gioiellino.
Spero di leggere albi con voi due nuovamente insieme.
Bravi bravi bravi
ciao

la