lunedì, marzo 21, 2005

Ho un nuovo portatile!

Eggià, il mio vecchio Compaq, fedele compagno dal 1998, fratello di nottate in cucina e mille altre avventure, è andato in pensione.
Non lo butterò via, non lo farò mai, ci sono troppo affezionato, quando sarò un ricco burino e vivrò in un paesino dell’hinterland, lo metterò in una vetrinetta accanto al Commodore 64 e alla scatola vuota della calcolatrice scientifica Casio che mi regalarono per fare la maturità.
La scatola ce l’ho ancora, la calcolatrice l’avevo venduta subito al mio compagno di classe Villani, e mi ero comprato, tra le altre cose, lo speciale della Play su L’Uomo Macchina, quello di berriuinsorsmith.
Sto divagando, ma lo faccio solo per vedere come mi trovo su questa nuova tastiera.
Dunque, dicevamo… il mio vecchio portatil va in pensione, gli darò una pulita e lo infilerò da qualche parte.
Ora un portatile superbestia con schermo da 15pollici, DVD, e chi più ne ha più ne metta.
L’ho comprato usato, da chi?
Da Roberto Recchioni.
Ora, molti possono dire: ecchissenefrega?
E invece no, è importante, non per me, non per Roberto, ma per il computer in questione.
Quante possibilità aveva, questo cosino tecnologico di finire nelle mani di due sceneggiatori di fumetti, in rapida successione?
Secondo me, lui, il computer, è contento.
Di sicuro non si sta annoiando.
E poi c'è quella questione del karma nelle cose...

1 commento:

Anonimo ha detto...

Ben arrivato al tuo nuevo PC!
come si chiama?
...però... que viva Mac! ;-)
il mio iBook si chiama Friz!


Hei, sono riuscito a rompere il muro psicologico del primo post sul tuo blog!

...mi rendo conto di essere affetto anch'io della malattia dei punti esclamativi! e in più quella dei puntini di sospensione... è grave? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ?

Ciuaz, suXgiu!