venerdì, febbraio 11, 2005

Factory Inedita

Un milione di anni fa, 1998 o 1999, io e gli altri pazzerelli della Factory avevamo in progetto una serie di storie brevi.
Volvamo scambiarci i personaggi e mettere tutto su una rivista, poi è andata come è andata e la cosa non ha mai visto la luce.
Purtroppo, o perfortuna, il progetto mi gasava e la mia sceneggiatura l'avevo scritta tutta di un fiato, prima di sapere che l'idea era stata cassata, ma vabbè...
Questa sceneggiatura è rimasta nel calduccio del mio PC per un sacco di tempo.
Oggi ha deciso di uscire.

A quei tempi, con la Factory, la varie testate sul nostro catalogo, ne avevamo una che era un autentico Blockbuster, un fumetto chiamato Zelda, che aveva come protagonista la figlia di Satana, che viveva tra gli umani in compagnia del suo fido demonietto accompagnatore.
Zelda stava in un collegio e, diciamo... aveva una certa predisposizione per l'accoppiamento selvaggio, era un frizzante fumetto erotico, in stile manga, con fortissime parti ironiche e divertenti, potremmo dire: tette e risate.
Il personaggio era di Roberto, e la disegnatrice ufficiale era Flavia.
La mia sceneggiatura era destinata a Stefano Piccoli, perchè l'intenzione era quella di mescolare completamente le carte in tavola.
Ecco qua, mi sono trattenuto dal modificarla, alcune parti non sono scritte bene, ma non sarebbe corretto metterci le mani adesso.
Attenzione... è un po' osè!


TAVOLA 1

1: Luna, luna piena nel cielo, vista dal basso, 5° ai margini della vignetta di alberi, siamo nel parco antistante il collegio.

2: Stessa immagine, un’ombra umana sulla luna, come se un paracadutista ci passasse davanti scendendo verso terra, il problema è che non è un paracadutista. è un tizio con le ali.

Rumore: Shaaaaaaa


3/5: Verticale Soggettiva del “paracadutista” guarda verso il basso e vede: le sue gambe e i suoi piedi, il terreno che si avvicina, e uno scorcio del collegio.

4/6: Verticale. controcampo fortemente dal basso, il tizio alato sta per atterrare, le ali sono pipistrellose, è vestito interamente in pelle, con laccetti, cernierine, bottoncini, un bel completino fetish indossato da un demone alato di circa 20 anni, bello in viso, con una folta capigliatura corvina mossa dal vento.


TAVOLA 2

1/2/3 sulla stessa striscia.
In questa tre vignette ruota attorno al tizio appena atterrato, puoi partire da un Pp laterale destro dal basso, passare per un Pp frontale secco e finire su Pp laterale sinstro un po’ diagonale.
In queste tre vignette vediamo per bene in faccia il tipo, si chiama VAIN, la cosa che deve rimanere impressa subito al lettore è lo sguardo, uno sguardo malvagio e profondo.
Per il resto Vain è un 20enne in tenuta fetish, le ali si piegano sulla sua schiena diventando un mantello, e lo vedremo meglio nelle vignette successive.

Vign 1 :
Vain: Onore a te padre! onore a te Bael primo dei sette re infernali!

vign2
Vain: Io, VAIN, tuo figlio prediletto, seguendo i tuoi voleri sono giunto tra gli esseri umani...

vign3
Vain: Che inizi...

Tra la prima e la seconda striscia il titolo: LA STAGIONE DELLE LACRIME di Diego Cajelli & Stefano Piccoli

4: Cm leggermente dall’alto , Vain nel parco, le ali si piegano come ti ho detto prima, lui alza un braccio, come se aspettasse che un falcone ci si posasse sopra.
Sul braccio alzato vediamo una specie di nuvoletta di fumo con fulminini, un qualcosa si sta materializzando sul braccio di Vain

Vain: IZED! vieni a me!
Rumore: Shiiiiiii


5: Braccio di Vain, sopra il quale è comprarso IZED, un demone di terza classe come AMON, solo che è infinitamente più schifoso e antipatico, io lo vedo costruito sulle fattezze di un topone modificato a dovere e reso antropomorfo, ma non una roba disneyana, un topone schifosissimo e purulento.

Ized: Padroncino... siamo nel luogo giusto... il collegio delle PIE SORELLE DI NOSTRO SIGNORE è oltre quella collina....

6/7: Scorcio della zona in cui è atterrato Vain, con le ali ripiegate a mantello e il suo demoncino sul braccio si dirige verso il collegio che vediamo in secondo piano, il collegio è iluminato e vediamo le luci delle finestre.

Vain: Notizie della Meretrice di Babilonia?
Ized: ZELDA padroncino.... il suo nome mortale è ZELDA!

TAVOLA 3


1/2/3/4: Zelda in tutta la sua provocante curvosità sta dormendo nuda nel letto,
è praticamente un paginone centrale di Palyboy.

Dida insert: Qualunque sia il suo nome mortale...
Dida insert: ... niente e nessuno potrà salvarla da me!


5: Amon vicino a Zelda che dorme, inquadratura laterale, Amon cerca di svegliarla.
Lei è tra il sonno e la veglia, scossa dal demonietto, si sta riprendeno a fatica.

Amon: ZELDA!! presto svegliati!!
Zelda: Mhhh... che cosa c’è.....


6: Stringi su di loro, Zelda si mette a sedere nel letto, è uno scorcio di 3/4 magari un po’ dal basso, con tutte le tette in bella evidenza.

Amon: Ho sentito una presenza infernale.... qualcuno è venuto a farti visita!
Zelda: Ma dai... è chi può essere?

TAVOLA 4

1: Amon e Zelda, lui svolazza al di sopra del letto, lei lo guarda svolazzare stando in posizione provocante, tipo a gattoni col culo all’aria o simili. (vedo se trovo un paio di foto...)

Amon: Ho un bruttissimo presentimento...
Zelda: E’ la prima volta che ricevo visite da casa.... che cosa devo fare?

2: Totale di Amon, tipo Grillo Parlante di Pinocchio mette in guardia Zelda.

Amon: Non lo so Zelda, non lo so davvero, non penso che sia una visita di cortesia, è successo qualcosa a casa... o sta per succedere...

3/4: Corridoio immerso nel buio, siamo all’interno del collegio, stiamo percorrendo il corridioio con le porte delle stanze dei collegiali.
Vediamo questa figura di spalle, è Vain, cammina minaccioso nel buio del corridoio, illuminato dalla luce della luna piena che filtra dalle finestre.
Inclina leggermente l’asse di inquadratura, in modo da ottenere un semidiagonale aliena e inquietante.
Vicino a Vain di spalle c’è Ized che trottola ai suoi piedi.

Vain: Quale porta?
Ized: E’ la prossima padroncino....


5: Pa laterale, Vain di fronte alla porta chiusa, Vain bussa.

Vain: Zelda! apri questa porta! sono Vain e sono qui per te!

6: 5° di Vain di spalle, la porta di apre e di fronte a lui c’è Zelda, ancora come mamma l’ha fatta, apre la porta e sorride al demone.

Zelda: Buono a sapersi!


TAVOLA 5

1/2: Cm leggermente dall’alto, Vain spinge via Zelda con una manata, la fa cappottare direttamente sul letto, lui la spinge via di forza, per nulla colpito dalle forme di Zelda, anzi ha un’aria schifata dipinta in volto.

Vain: STOLTA FEMMINA!
rumore: THUDDD!!
Zelda: AH!
Vain II Baloon: CHE COSA HAI CAPITO?!? IO SONO QUI PER UCCIDERTI!

3/5: Verticale. Inquadratura “WESTERN” gambe di Vain di 5° viste da dietro, vediamo i laccetti le cernierine e le cazzatine della sua tutina fetish, attraverso il “triangolo”
prospettico formato dalle gambe di Vain vediamo Zelda sul letto, si sta rialzando.

Vain: Bael, primo dei sette re degli inferi mi ha affidato un preciso compito donna....ucciderti sulla terra in modo da usurpare il trono infernale di tuo padre!

Zelda: Sono millenni che Bael ci prova... non è mai riuscito pensi che questa sia la volta buona?


4: Ppp dal basso di Vain incazzatissimo.

Vain: Non prenderti gioco della potenza del mio onoratissimo padre!


6: Pp frontale di Zelda, sorride.

Zelda: Prima di ammazzarmi.... ti andrebbe di concedermi un po’ di piaceri carnali?... per l’ultima volta....


TAVOLA 6

1: Mf frontale di Vain, disegnalo buffo.

Vain: Già... glom! è un tuo diritto...

2: Pa laterale Zelda salta letteralmente in braccio a Vain, braccia intorno al collo e coscie chiuse sulla sua vita. Lui cerca di ritrarsi.

Zelda: SIIIIII!!!
Vain: Ferma! ferma, che cosa fai!!!! lo faremo A MODO MIO!


3: Laterale, Vain indica verso di lei, che è scesa e ora sta di fronte a lui.
La scena è un botta e risposta, cerca di legare tra loro i baloon.

Vain: Hai un completo di pelle?
Zelda: No!
Vain: Scarpe di John Willie?
Zelda: No!
Vain: Finimenti da Cavallo?
Zelda:No!
Vain: Manette?
Zelda: Neanche!


4: Stessa inquadratura, Zelda si prende le tettone tra le mani come per mostrarle a Vain.

Vain: Candele che con la cera bollente ti scotto?
Zelda: No!
Vain: Un trapano?
Zelda: Ma sei fuori?
Vain: Cotton Fioc da infilarmi nell’uretra?
Zelda: Ma sei scemo? ho solo queste, ti bastano?

5/6: Collegio visto da fuori, è notte, dalla camera di Zelda escono i ballon

Vain Ma ... vorresti dirmi che sei così fuori moda da fare ancora sesso usando il tuo corpo?
Zelda: E con cosa lo dovrei fare, scusa?!


TAVOLA 7

1: Zelda sdraiata sul letto, posa da paginone centrale di Playboy, Vain fruga nell’armadio di lei in Secondo Piano.
Lei sbuffa.

Vain: Ma dai!! non hai neanche una tutina in latex! neanche una maschera antigas!! ma dai!!! ma come fai!!! non hai nemmeno un dispositivo ad ultrasuoni per facilitare l’intestino nelle pratiche di coprofagia!

Zelda: Uffaaa...ma come sei complicato...


2: Mf di 3/4, Vain si gira ha in mano un ventilatore da tavolo, sorride.

Vain: Potrei modificare questo e....


3/4/5 sulla stessa striscia, è un’inquadratura fissa in laterale, vediamo Vain inquadrato fino ai fianchi.
Nella vign 3 Zelda è di fronte a lui, Zelda ha un’espressione maialotta.
Nella vign 4 Zelda è fuori inquadratura, si è inginocchiata e Vain guarda verso il basso.
Nella vign 5 Zelda è sempre fuori inquadratura e Vain guarda dritto davanti a se con espressione beata negli occhi.

Ving 3
Vain: Adesso vediamo....
Zelda: Aspetta, ho un idea..

Vign 4
Rumore: Ziiip!
Vain: Ma che cosa stai facendo!?
Rumore: CHOMP!

Vign 5
Vain: GEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE
Rumore: Chompa chompa chompa chompa chompa


TAVOLA 8

1 Izeb e Amon che giocano a carte, seduti da qualche parte nella camera di Zelda, guardano distrattamente verso di noi.

Izeb: Sono due ore che vanno avanti... pensi che si fermeranno prima o poi?
Amon: Mah... chi può dirlo....


2: Stringi su i duei demoni di 3 classe.

Izeb: Tanto mi sa che poi non l’ammazza più...
Amon: Non oggi per lo meno.


3/4: Letto di Zelda visto dall’alto a piombo, i due dormono abbracciati, come una coppia qualsiasi, le ali di Vain coprono il suo trittico oppure coprilo con le lenzuola fai tu, l’atmosfera è sererena e rilassata.

Dida insert: Padre, ho fallito nella mia missione e chiedo perdono...
Dida insert: .... sono stato vinto da una forza superiore alla mia...

5: Comincia a zoommare verso Zelda.

Dida insert: Per tanto ti chiedo il permesso di tornare nel mondo dei mortali ogni notte....

6: Zelda che dorme, sorride.

Dida insert: Per conoscere meglio il mio nemico!
Zelda: Olè!


7: Pp frontale di Amon.

Amon: Quella ne sa una più di suo padre!

FINE

1 commento:

Anonimo ha detto...

chompa chompa..hi hi!! ma la signorina Flavia (Scudieri,Scuderi?ho problemi con i nomi!) adesso mica disegna per witch?..a me fa sorridere sta cosa,cioè lei è brava,sicuro,ma mi fa ridere (è una scemata) pensare alle ragazzine che guardano gli occhioni di Will disegnati dalla stessa mano che ha curato le tettone di Zelda!!1
bravo Diè come sempre..!
vale