lunedì, novembre 29, 2004

La cospirazione dell'ATM!

Per chi non abita a Milano, spiego subito che cosa succede.
Da un po’ di tempo, l’apertura delle porte su alcuni autobus è comandata direttamente dal passeggero, l’utente del mezzo pubblico deve schiacciare una sorta di tastino verde per aprire la porta alla sua fermata.
Questa cosa è indicata da un adesivo attaccato alla porta dell’autobus, dove c’è scritto “Push/Premere”, su alcuni bus il tastino verde ha delle lucine, su altri no.
Questo tastino non si “schiaccia”, si tocca e basta, non si sente lo scatto tipico di un interruttore o di un pulsante, e l’apertura non è immediata, lo si deve spingere, strapazzare più volte per aprire la porta, tanto che ormai appare chiarissimo a tutti che quel tastino non funziona per niente, è sempre l’autista ad aprire le porte.
Il non funzionamento del tastino, è parte integrante della cospirazione, perché quel tastino NON deve funzionare, l’autista apre comunque lui le porte, i passeggeri si affannano a schiacciare ma ciò è irrilevante al fine di aprire le porte, è parte di un’altra cosa.
Il Tastino Verde Apriti Le Tue Porte, è un gigantesco, colossale esperimento psicologico di massa.
Serve per mantenere altissima la tensione, rendere nervosi e insicuri gli abitanti di Milano, togliere al milanese la sicurezza che le porte del proprio autobus si apriranno alla fermata desiderata.
Dare al passeggero la responsabilità meccanica ipotetica dell’apertura delle porte, lo mette nelle condizioni di esercitare un azione, prima mentale, poi fisica.
A quest’azione non corrisponde ad una reazione effettiva, le porte NON si aprono se schiaccio il tastino, psicologicamente vengo frustrato dalla promessa non mantenuta di aprirmi la porta da solo.
La mia mente rimane in allarme per una serie di domande:
Si Aprirà?…
Quando devo schiacciare?…
Perderò la mia fermata?…
Arriverò a casa o al lavoro in ritardo perché io non sono stato capace di aprirmi le porte?...
Per la popolazione milanese, per il tipo di carattere che abbiamo, sempre di corsa, sempre di fretta e con mille cazzi per la testa, il Tastino Verde Apriti Le Tue Porte è una vera e propria violenza psicologica.
E’ evidente che siamo di fronte ad un preciso esperimento che ha il fine unico di aumentare lo stress cittadino.
Agitare il gregge, insinuando un nuovo piccolo pericolo è essenziale per controllarlo.

2 commenti:

Anonimo ha detto...

E se il tastino invece fosse uno strumento per leggere le impronte digitali?
all'atm sapranno quali persone hanno preso quel determinato autobus/tram in quella determinata ora.....
e magari anche quello interno è uguale, scoprono così quale è il tuo percorso.
certo monitorare tutti è impossibile, ma qualcuno viene fuori.....
dav

Anonimo ha detto...

La scritta "Premere/Push" su analoghi (ma più efficaci) tastini nei bagni degli Eurostar viene spesso corretta a pennarello da pisciatori politicizzati e sagaci: "Spremere Bush". Magari.

michele.