lunedì, novembre 08, 2004

Devo Nove Euri a Mauro Padovani

Non so se era lui...
ma alla fine di una conferenza a Lucca è arrivato un ragazzo e mi ha messo in mano un volume, non ho fatto in tempo a dire praticamente nulla, mi sono voltato un momento e quel ragazzo era già sparito.
Fatto sta che tra le mani avevo Bullet & Justine.
L'ho letto appena appena sono tornato a casa.
Figata.
Il volume è consigliatissimo, è molto frontale, letale, carnale, con sparatorie, vampiri, poliziotti corrotti, sesso gaio, zinne compresse dentro i corpetti, proiettili vaganti, squadre swat, beretta, mitragliatori d'assalto, belle gnocche, parolacce, città notturne e humor nero, il tutto narrato in modo fluido, professionale e coinvolgente.
Buona la storia, buoni i disegni, un po' meno l'editing, ecco, forse l'unica nota negativa è il lettering, forse meritava qualcosa di meglio del ComicsSM, ma alla fine sono dettagli sui quali si può sorvolare, dato che in giro ho visto molto di peggio.
Bullett & Justine potrebbe essere tranquillamente pubblicato dalla Avatar, o dalla Antartic Press, è molto ammericano nei modi e nello "stile", del tutto divergente dall'italico onnipresente fantasy, niente magia, niente guerrieri della domenica, ma solo alte dosi di sanissimo sangue e violenza politicamente scorretta.
Da sostenere.

1 commento:

Anonimo ha detto...

Ciao Diego!
ti scrivo innanzitutto per ringraziarti: e' la prima volta che sono citato in un Blog! ;-)
Ma (purtroppo? perfortuna?) non sono io Mauro Padovani, bensì il barbuto omino che ti ha consegnato nelle mani B&J.
Ti chiedo scusa se sono stato un pò brusco, ma innazitutto non avrei saputo come rispondere alle tue domande visto che non ero l'autore, e poi l'infido Padovani mi aveva incaricato di consegnare il volume anche a Faraci e a Brindisi (purtroppo con lui ho fallito :( ).
Grazie ancora per la rece, ti saluto.

Skalda