mercoledì, ottobre 27, 2004

Tributo al Re!

In occasione del decennale dalla morte di Jack Kirby, l’uomo, il genio, il Re dei Comics... Comicus.it e Pegasus Distribuzione, hanno prodotto un volume per celebrare il grande creatore di miti e di icone, l’uomo che ha strutturato la matrice stilistica del nostro media preferito.
Il libro contiene omaggi, piccole storie e scritti analitici, realizzati da numerosi autori italiani ed esteri, verrà presentato a Lucca Comics e sarà poi disponibile in tutte le fumetterie.
I proventi dell'albo (5 euri di prezzo di copertina) verranno devoluti in beneficenza all'associazione ANT Onlus, da anni impegnata nella lotta ai tumori.
Tra gli autori coinvolti ci sono anche io.
Ho sempre amato il ciclo degli Eterni, lo leggevo da bambino e passavo ore ad osservare quelle tavole, mi perdevo tra i colori e i tratteggi di quei disegni che hanno formato il mio immaginario più mistico, Dei spaziali, perdute camere segrete sulla cima delle Ande, materiali narrativi eccezionali, non solo per i miei occhi di bimbo, quel sense of wonder mi accompagna anche oggi, tutte le volte che prendo in mano la mia preziosissima edizione completa, tiro fuori gli albi dalle buste e li rileggo.
Quando Marco Rizzo mi ha chiesto di partecipare al progetto, era ormai un po' tardi per coinvolgere anche un disegnatore, per cui ho deciso di fare una cosa per conto mio, e ho pensato subito alla potenza, all'energia mistica del mio fumetto kyrbiano preferito.
Così ho scritto: IL RITORNO DEGLI DEI un Carme in 35 endecasillabi sciolti, ispirato al primo numero de Gli Eterni, l’idea sarebbe quella di leggere i versi osservando le tavole di Jack Kirby, senza tener conto del testo originale.
Per facilitare la lettura, all’inizio di ogni terzina ho inserito i numeri delle pagine del fumetto originale, usando come riferimento quello pubblicato dalla Corno.
E’ stato un lavoro lunghissimo, nei miei piani dovevo impiegarci un paio di giorni, invece ci è voluto quasi un mese di lavoro intenso.
Ho scoperto che era impossibile da fare nei ritagli di tempo, ho tirato un gran respiro, e ci sono stato sopra tre settimane, tre settimane di studio e scrittura tutti i santi giorni, studiando la metrica e lo stile, uscendo a cena con Ugo Foscolo, riaprendo i polverosi libri delle superori, litigando con le sdrucciole, facendo a cazzotti con le piane e bestemmiando con le tronche.
Federica mi ha sopportato, ma ha dovuto fare appello a tutta la sua santa pazienza.
Alla fine, la mia prima poesia "seria" è venuta più o meno come volevo…
Il 5 Novembre, alle 19.00, il libro verrà presentato a Milano, da Supergulp, Ripa di Porta Ticinese 51, di fronte al naviglio, saranno presenti i curatori del volume e gli autori milanesi coinvolti nel progetto.
Ho pensato di invitare un attore teatrale e di fargli leggere il mio testo, una lettura fatta come si deve, da uno che ha la voce la dizione corretta per farlo.
Secondo me, vi conviene venire!

Nessun commento: