giovedì, ottobre 28, 2004

A Lucca!

Se ti piacciono i fumetti, se leggi i fumetti, se fai fumetti, se sei in qualche modo legato sentimentalmente ai fumetti, non puoi non andare a Lucca questo week end.
E’ imperativo.
C’è qualcosa a Lucca, qualcosa di trasversale e autonomo, qualcosa che ti fa sopportare le magagne dell’organizzazione, il fango se piove, la ressa, il casino, le spallate e i colpi di zaino.
E’ come se ci fosse un sentimento di affinità orizzontale, un sentirsi parte di qualcosa, anche se il mondo del fumetto, diciamolo dai, è diviso in parocchie, tante piccole contrade che si guardano un po’ in cagnesco.
Fa niente, Lucca è il momento, il momento per ritrovarsi tutti assieme nello stesso posto, raccontarsi, litigare, concludere affari e iniziare progetti.
Io, vivo Lucca come un paio di giorni di vacanza, un paio di giorni di frenetico relax, tornerò a casa esausto come sempre, ma di solito, per me, ne vale sempre la pena.
E poi, si sa, a Lucca esce sempre un casino di roba nuova, fumetti freschi e frizzanti che approfittano della fiera per scappare fuori dalle tipografie, quest’anno contribuisco all’invasione con ben due cose:
SESSANTA CENTIMETRI, una storia breve disegnata da Luca Bertelè, l'abbiamo fatta per Alta Fedeltà Volume 3, per chi ci segue avviso subito che è un altro episodio della stessa “serie”, quella, diciamo, adolescenzial meteropolitana.
Poi c’è IL RITORNO DEGLI DEI, la poesia di cui parlo nel messaggio qui sotto, il Carme sugli Eterni di Kirby.
A tal proposito ho fatto un incubo...
Ho sognato che veniva stampata la versione sbagliata, vi terrò aggiornati, speriamo di non aver fatto un sogno premonitore.
Occhei, vado a fare le valigie, una per me, una per Federica e una vuota da riempire di fumetti!
Ci vediamo a Lucca!

Nessun commento: